Energia geotermica: tutti i pro e i contro

energia geotermica pro contro

Le fonti energetiche del futuro si caratterizzano per essere verdi, pulite e rinnovabili, e tra queste, l’energia geotermica emerge come una delle più promettenti, sebbene spesso trascurata. In teoria, essa potrebbe soddisfare interamente il fabbisogno energetico del nostro pianeta, sfruttando l’abbondante risorsa di calore presente nel sottosuolo.

Al di sotto della superficie terrestre si cela una vasta riserva di energia, sotto forma di vapore, naturalmente presente nella crosta e nel sottosuolo. Questa forma di energia geotermica ha radici antiche, e in questo articolo esploreremo il suo funzionamento, insieme ai vantaggi e agli svantaggi di questa fonte rinnovabile.

Come funziona l’energia geotermica?

L’energia geotermica sfrutta il calore interno della Terra per produrre energia elettrica e per fornire riscaldamento o climatizzazione.

Man mano che ci si addentra in profondità, la temperatura del suolo aumenta, circa 3°C ogni 100 metri. Le acque sotterranee, a contatto con rocce ad alte temperature, si trasformano in vapore, il quale viene convogliato in superficie tramite trivellazioni.

Qui, il vapore alimenta turbine che, attraverso alternatori, generano energia senza emissioni nocive.

Vantaggi dell’energia geotermica

I seguenti sono i principali vantaggi dell’energia geotermica:

  • Produzione costante di energia: A differenza di altre fonti rinnovabili, l’energia geotermica è costante, senza dipendenza da stagioni o condizioni meteorologiche;

  • Minimi costi di gestione e manutenzione: Gli impianti geotermici richiedono poca manutenzione, con costi ridotti rispetto a sistemi tradizionali;

  • Occupazione: La sua implementazione genera più posti di lavoro rispetto ad altre fonti rinnovabili;

  • Utilizzo ottimale dello spazio: Richiede meno spazio rispetto ad altre fonti, con un utilizzo moderato di acqua;

  • Adattabilità all’uso domestico: Può essere facilmente implementato per riscaldare o raffreddare edifici, riducendo i consumi energetici.

Svantaggi dell’energia geotermica

Tra i principali svantaggi dell’energia geotermica figurano:

  • Difficoltà nell’individuare giacimenti: I giacimenti geotermici sono dispersi e a profondità elevate;

  • Odore sgradevole: L’emissione di idrogeno solforato può causare odori sgradevoli;

  • Impatto paesaggistico: Le centrali geotermiche richiedono grandi tubature che possono impattare sul paesaggio;

  • Costi iniziali elevati: L’installazione di impianti geotermici può essere dispendiosa;

  • Possibili effetti sulla stabilità del terreno: Anche se rari, eventi come scosse di terremoto sono da considerare.

Dati sulla geotermia in Italia e nel mondo

La capacità generativa geotermica è concentrata principalmente negli Stati Uniti, nelle Filippine, in Messico, in Indonesia, in Italia e in Giappone. In Italia, la maggior parte degli impianti si trova in Toscana, dove l’energia geotermica soddisfa una parte significativa della domanda di elettricità regionale.

Tuttavia, nonostante il suo potenziale, la geotermia rappresenta solo una piccola percentuale della produzione energetica nazionale.

In conclusione, l’energia geotermica offre un’enorme opportunità per ridurre l’impatto ambientale e sostenere la transizione verso un futuro energetico sostenibile, pur richiedendo una valutazione attenta dei suoi vantaggi e svantaggi.

Leggi anche: Tutti i pro e i contro dell’energia eolica

Leggi anche...
I più recenti
Vittoria di Centri Dentali Zanardi ai Le Fonti Awards
Cambiamento climatico e terremoti: esiste una correlazione?
Le Fonti Awards: appuntamento al 27 giugno a Palazzo Mezzanotte
INWIT riconfermata tra le aziende più sostenibili in Italia

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito economico e di sostenibilità.