Duracell annuncia ambiziosi obiettivi green sulla circolarità delle batterie

Duracell ha recentemente annunciato ambiziosi traguardi nel campo della sostenibilità ambientale attraverso il programma “Diamo la carica ad un futuro più Green”. Questa iniziativa mira a guidare il marchio, ampiamente diffuso nelle case degli italiani, verso gli obiettivi europei al 2030 e verso una visione di impatto ambientale netto zero.

Da tempo, Duracell si impegna attivamente per una maggiore sostenibilità nel settore. È parte integrante dei Joint Research Centres della Commissione Europea, incaricati di implementare il nuovo Regolamento UE 2023/1542. Questo regolamento, in vigore dal 18 febbraio 2024, sostituisce la vecchia direttiva 2006/66/CE e introduce requisiti sempre più rigorosi di sostenibilità sociale ed ambientale per le batterie. Duracell si impegna a rendere la produzione, il packaging, i prodotti e il riciclo meno impattanti sull’ambiente, coinvolgendo direttamente fornitori e consumatori con progetti e campagne per promuovere l’uso corretto e il corretto smaltimento delle batterie, specialmente in Italia.

In Italia ed in Europa, Duracell ha ottenuto risultati significativi e ha stabilito nuovi obiettivi. Collabora da tempo con il Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori per migliorare l’efficienza dei punti di raccolta e ha una partnership con il Consorzio ERP, il principale sistema di raccolta delle batterie portatili in Italia. Lo scorso anno, insieme al Consorzio ERP, ha raggiunto un risultato record nel riciclo di pile esauste, contribuendo al 47% del totale immesso sul mercato, superando il target del 45% condiviso con l’UE.

Inoltre, Duracell si impegna a promuovere la raccolta di ulteriori 100 milioni di batterie esauste entro il 2030, attraverso nuove campagne informative e di sensibilizzazione che coinvolgeranno anche l’Italia. Verranno lanciate nuove iniziative educative nelle scuole, coinvolgendo 200.000 giovani studenti in Europa, di cui oltre 45.000 in Italia.

La circolarità delle batterie è un punto cardine dell’attività di Duracell. Attualmente, più dell’85% delle pile alcaline vengono riciclate, consentendo il recupero di materie prime preziose per diversi settori. La produzione si concentra in stabilimenti in Belgio, che utilizzano esclusivamente energie rinnovabili, registrando notevoli riduzioni dei consumi di CO2, gas e acqua. Nel 2023, Duracell ha esteso l’uso di energia rinnovabile anche ai centri di packaging e logistica.

L’innovazione dei prodotti è parte integrante della strategia di Duracell per la sostenibilità. Le batterie Duracell Optimum, ad esempio, offrono una maggiore durata e un’efficienza energetica superiore, riducendo così i rifiuti e gli sprechi. Inoltre, la maggior parte degli imballaggi è realizzata con materiale riciclato e riciclabile al 100%. Duracell si è impegnata a eliminare completamente la plastica dagli imballaggi entro il 2030, ad eccezione delle confezioni “Baby Secure”, progettate per garantire la sicurezza dei bambini.

Leggi anche...
I più recenti
Vittoria di Centri Dentali Zanardi ai Le Fonti Awards
Cambiamento climatico e terremoti: esiste una correlazione?
Le Fonti Awards: appuntamento al 27 giugno a Palazzo Mezzanotte
INWIT riconfermata tra le aziende più sostenibili in Italia

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito economico e di sostenibilità.