Tutto sul GreenVesting: le migliori opportunità per investire nella Green Economy

Il GreenVesting rappresenta un’opportunità per i singoli privati e il loro capitale di rischio e, allo stesso tempo, è uno strumento per migliorare e proteggere il nostro ambiente.

L’impatto ambientale causato dalla gestione negligente delle risorse terrestri è emerso giustamente come una questione in diversi settori: soprattutto quello produttivo e finanziario. E per fermare il cambiamento climatico, si stanno adottando scelte eticamente sostenibili e fonti di energia rinnovabile.

Ecco perché l’Europa ha istituito il Green Deal europeo, per il quale la Commissione europea si è impegnata a destinare fino a 1 trilione di euro, nei prossimi 10 anni, per investimenti sostenibili. Per raggiungere questo obiettivo, la Commissione europea ha istituito l’EGDIP, il piano di investimento del Green Deal europeo.

GreenVesting nell’economia verde, cosa significa?

GreenVesting nell’economia verde, cosa significa? È in questo contesto che va collocata la possibilità, anche da parte dei singoli privati e non solo dei fondi, di investire in progetti verdi.

Infatti, si scopre che gli investimenti ESG sono in aumento. L’acronimo ESG sta per Ambientale, Sociale e Governance, e indica l’insieme delle attività di un’azienda che deve tener conto di:

  • l’ambito e l’impatto ambientale nelle sue scelte;

  • l’aspetto sociale nelle sue strategie;

  • la gestione aziendale ispirata a principi etici e buone pratiche.

Investimento sostenibile e responsabile (SRI)

Tuttavia, è possibile fare riferimento a un secondo acronimo: SRI, Investimento sostenibile e responsabile. In questo secondo caso, non molto diverso dagli investimenti ESG, si mira certamente a creare valore per gli investitori e le aziende, e si fa attraverso:

  • una strategia di investimento a medio o lungo termine;

  • un’analisi ambientale, finanziaria, sociale e di buon governo durante la valutazione delle aziende in cui investire.

Gli investimenti SRI possono quindi essere attuati tenendo conto di diversi approcci strategici. Spesso, vengono applicate 6 strategie:

  • esclusioni di investimenti in settori come armamenti, sperimentazione animale e tabacco;
  • convenzioni con agenzie dell’ONU come UNICEF o UNHCR;
  • i diversi emittenti nel portafoglio sono scelti con criteri legati appunto all’ambiente, sociale e di governance;
  • investimenti tematici, in modo da investire concentrandosi su uno o più temi. Come, ad esempio, fonti rinnovabili;
  • coinvolgimento, cioè l’attività di dialogo tra investitori e azienda finanziata riguardo a questioni legate alla sostenibilità;
  • investimenti d’impatto che mirano a creare un impatto sociale ed ambientale positivo. Un impatto che è anche misurabile e genera ROI (ritorno sull’investimento).

Esempi di investimenti nell’economia verde

Ci sono diverse opportunità di investimento che l’economia verde offre a chi vuole impegnarsi nel capitale di rischio.

Si può fare riferimento alle obbligazioni verdi. Si tratta di strumenti finanziari che hanno mostrato una forte crescita dal 2007. In pratica sono obbligazioni a tutti gli effetti (titoli di debito emessi contro il pagamento di capitale) e la loro emissione è destinata a progetti con un impatto ambientale positivo:

  • progetti di efficienza energetica;
  • produzione di energia da fonti rinnovabili;
  • uso sostenibile del territorio; trattamento dei rifiuti e delle acque;
  • prevenzione e controllo dell’inquinamento;
  • costruzioni ecologiche.

Inizialmente, le obbligazioni verdi erano emesse da istituti finanziari sovranazionali (Banca europea degli investimenti, Banca mondiale). Ora possono essere emesse anche da aziende, agenzie statali e comuni.

Leggi anche: Cambiamento climatico: la nuova sfida del settore assicurativo

Leggi anche...
Le Fonti – Sustainability TV
Le Fonti Awards
I più recenti
Virgin Hyperloop rivela le capsule del treno green del futuro
L’Italia autorizza il suo primo parco eolico galleggiante: ecco dove sorgerà
Brembo sempre più green: il 75% di energia utilizzata proviene da fonti rinnovabili
Integrare ESG, promuovere l’engagement e la coesione sociale: la strategia di Amundi

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito economico e di sostenibilità.